Prodotto-Round-One

Progetto “Round 1”

Gratis!

ICF

Cos’è il Progetto “Round One”?

Il progetto “Round One” è un percorso di coaching studiato appositamente per chi pratica sport da combattimento.

Io stesso vengo dal mondo delle arti marziali. Nel 2002 ho vinto l’oro al torneo intercontinentale di kung fu e l’anno successivo l’oro al campionato italiano. Mi sono reso conto che ciò che ha fatto la differenza, negli incontri che ho disputato, nel tempo, è sempre stato l’atteggiamento mentale.

A parità di tecnica, o contro un avversario con preparazione superiore alla mia, era l’atteggiamento mentale, il dialogo interiore, che mi permetteva di vincere.

Dopo aver abbandonato il tatami e il ring per dedicarmi maggiormente al lavoro, ho deciso di tornare nel mondo degli sport da combattimento con il coaching, per aiutare dilettanti e professionisti che vogliono vincere le loro sfide: sia quelle sul ring che quelle contro se stessi, spesso più dure e complesse.

Il percorso di “Round One”, dunque, ti permetterà di aumentare le tue prestazioni atletiche e di vincere i tuoi match, non solo migliorando la tecnica con il giusto atteggiamento mentale, ma anche superando quelle barriere interiori che generano blocchi, ansie, paure e cali di performance.

 

Quindi potrò affrontare anche problemi che esulano dallo sport?

In un certo senso, sì.

Questo percorso è studiato per innalzare le tue prestazioni sportive, come dicevo prima. A dirla così sembra semplice, ma sai bene che dietro una performance ottimale si nascondono mille risorse e mille problemi da superare.

Quindi, il percorso di coaching di “Round One” ti permetterà anche di affrontare problemi personali, se questi influiscono negativamente sulle tue prestazioni sportive. In fondo, il coaching interviene su di te, sulla persona e non si può distinguere il guerriero sul ring da chi si è fuori. Si è un tutt’uno.

Quindi, è normale e corretto intervenire anche su quegli àmbiti della vita che influiscono sul tuo percorso atletico e agonistico.

In cos’altro può aiutarmi, questo percorso di coaching?

Il progetto “Round One” ti permetterà di:

  • Imparare a gestire le emozioni
  • Affinare la tecnica in modi che mai avresti immaginato
  • Accrescere la concentrazione sul qui e ora
  • Gestire meglio le energie

E molto altro ancora.

È importante ricordare che sarai sempre tu a esplorare angoli del tuo pensiero e della tua mente che ti permetteranno di realizzare i tuoi sogni e far avverare quelli che alcuni chiamano “veri e propri miracoli”. Il coach non ti darà consigli.

 

Quindi, non avrò un secondo allenatore?

Non nel senso tradizionale del termine.

Chi ti insegnerà la tecnica e allenerà il tuo corpo sarà il tuo maestro di sempre. Il coach lo affiancherà e allenerà la tua mente, il tuo spirito.

Quello che prenderà vita, dunque, sarà un lavoro congiunto e di altissimo livello che farà la differenza, sul ring.

In pratica, non avrai accanto un motivatore che ti bombarderà il cervello con mantra tipo il “non fa male” di Rocky. Che senso avrebbe? Che senso ha gasare un lottatore se non si sono risolti i problemi che causano il calo di performance, o non si sono stimolati quei ragionamenti che fanno innalzare le prestazioni? Il lottatore si dovrà poi scontrare inevitabilmente con la realtà. E se non sarà preparato, fallirà.

Il coaching puro, invece, ti permette di superare gli ostacoli, le barriere e raggiungere davvero risultati tangibili. Il coraggio, la motivazione e la forza aumenteranno di sicuro, ma in modo spontaneo e naturale. Sarà il superamento dei tuoi limiti, la risoluzione dei problemi a generare il tutto.

Ci tenevo a precisarlo perché sempre più spesso si tende a confondere il ruolo del coach con quello di un motivatore. Ma si tratta di due cose totalmente diverse.

Ti racconto brevemente la storia di H. un dilettante di Kick Boxing che si preparava ad attraversare la fatidica soglia che lo avrebbe fatto diventare un professionista.

H. aveva un problema a livello di gestione delle emozioni. Rabbia e ansia si miscelavano insieme per dar vita a un mix micidiale che aveva abbassato notevolmente le sue capacità, proprio a pochi mesi dal fatidico passo. Chiaramente era in confusione e in apprensione, ma questo non faceva che peggiorare le cose.

Abbiamo lavorato insieme per tutto il periodo che lo avrebbe portato sul ring da professionista. In questo percorso abbiamo analizzato un’infinità di aspetti, che sono partiti dalla gestione delle emozioni per arrivare alla risoluzione di problemi personali che in quel periodo lo attanagliavano, sino a sessioni di coaching mirate al miglioramento della tecnica.

I risultati sono stati eccellenti!

Come ho detto per il Progetto “Invictus”, dedicato alle squadre sportive, anche in questo caso, sempre più spesso, gli atleti vengono affiancati da un mental coach in modo continuativo, in modo da mantenere sempre alte le prestazioni ed evitare l’insorgere di situazioni problematiche da gestire poi in estrema urgenza.

Come posso usufruire del servizio?

Il servizio può essere fruito in diversi modi.

Il migliore è certamente quello di effettuare sessioni dal vivo, magari in un luogo informale, all’aperto, se il meteo ci assiste: in un parco, sulla spiaggia, in un bar non affollato. Oppure in un luogo scelto dal coachee.

Se la distanza non lo permette, invece, si può anche utilizzare Skype, con microfono e, preferibilmente, telecamera (se non hai Skype puoi scaricarlo gratuitamente cliccando qui).

In ultima analisi, potremmo anche sentirci al telefono.

Chi sarà, il mio coach?

Il tuo coach sarò io, Roberto Tartaglia, coach membro della ICF – International Coach Federation (ID: 009143831I).

Sono Master Practitioner in Programmazione Neuro Linguistica (PNL), con certificazione a firma di Richard Bandler, cofondatore della PNL, e sono specializzato in comunicazione non verbale con certificazioni rilasciate dal Paul Ekmann Group. Sono anche un professionista del linguaggio, della scrittura e della comunicazione da oltre 10 anni.

In quanto membro della International Coach Federation (ICF), ogni mia sessione di coaching si svolge nel pieno rispetto del codice etico ICF, che ti invito a leggere cliccando qui.

Quanto dura, quanto costa e come pago?

Ogni sessione dura un’ora. Il numero delle sessioni totali verrà definito nel corso del primo incontro conoscitivo.

Il primo incontro è totalmente gratuito e dura 30 minuti.

Nel corso della prima sessione ci conosceremo e valuterò se le tue esigenze sono da coaching, oppure no. Se si deciderà di andare avanti, concorderemo e formalizzeremo tutte le specifiche di sessione, in via preventiva (numero delle sessioni, modalità operative…).

Il costo di una singola sessione di un’ora è di 80 euro e potrai pagare con Paypal, o bonifico bancario.

Per percorsi molto lunghi, o continuativi, sono previsti forti sconti.

Cliccando su “Acquista“, dunque, richiederai solo la prima sessione conoscitiva gratuita, senza alcun vincolo.

 

Categoria: Product ID: 1829