Mental coach per sport di gruppo Latina: analisi di un leader

Mental coach per sport di gruppo Latina: analisi di un leader

Il mental coach per sport di gruppo si occupa di aiutare i team sportivi e le squadre a migliorare le performance e risolvere problemi per raggiungere obiettivi sfidanti.

Uno dei principali problemi che di solito i team si trovano a dover affrontare è il ruolo del leader.

Un leader può essere un dirigente sportivo, un allenatore o anche un atleta in campo. Pensiamo ai grandi capitani della storia del calcio, ad esempio.

I problemi legati a questo aspetto di un team sono diversi. Chi deve essere considerato leader? Quanti leader ci possono essere? Cosa devono fare?

In realtà, per rispondere a molte domande la prima cosa da fare è comprendere quali sono le caratteristiche di un vero leader. Spesso accade che la “selezione naturale” porti a far emergere proprio coloro che riportano questi tratti caratteriali e comportamentali.

Vediamo insieme quali sono i 10 tratti distintivi del leader, allora, sulla base di uno studio condotto su 300.000 leader da due consulenti del settore: Zenger and Folkman.

 

Mental coach per sport di gruppo Latina: un leader ispira e motiva

Un tratto sicuramente da subito riconoscibile di un leader, in ogni àmbito della vita, è la capacità di ispirare e motivare. Pensiamo a grandi come Mandela, Martin Luther King, Julio Velasco per lo sport e così via.

Per ispirare e motivare, però, non basta dare la carica, dire “sei forte!”, come si vede in alcuni film.

La motivazione e l’ispirazione devono arrivare dall’esempio e della presa di coscienza delle proprie abilità. Per questo motivo si dice che un bravo leader spesso utilizza metodi del coaching, per dare la carica, perché porta le persone verso un ragionamento funzionale, proprio come fa il mental coach.

 

Mental coach per sport di gruppo Latina: un leader risolve problemi

Come dicevo, il leader dà l’esempio. C’è una bella immagine che ho visto da qualche parte in cui da un lato c’è il capo, seduto su un carro che altri trainano, accanto c’è la stessa scena ma con un leader, con i piedi a terra a trascinare il carro insieme agli altri.

Ecco, questa differenza è fondamentale.

E una delle cose che un vero leader deve e può fare è quella di risolvere i problemi. Pensa a quanto motivante e d’ispirazione possa essere avere in squadra qualcuno che risolva i problemi e ti aiuti a ragionare per risolverne altri insieme.

E se quel qualcuno fossi proprio tu?

 

Mental coach per sport di gruppo Latina: un leader persevera sempre

Un’altra cosa che un leader può e deve fare è perseverare sempre. Lavorare per produrre risultati, trasformando i problemi in sfide.

Come disse Albert Ellis, secondo psicoterapeuta più importante del secolo scorso e ideatore della Terapia Razionale Emotiva Comportamentale (REBT) ciò che fa la differenza nel modo in cui ci comportiamo davanti a un evento sono i nostri pensieri.

Guardare a una novità come a un problema inibisce la proattività, ci mette ansia e ci blocca. Guardare a essa come a una sfida, invece, ci spinge all’azione e a fare sempre meglio.

Ecco, un leader deve dare anche questo esempio.

 

Mental coach per sport di gruppo Latina: un leader guarda al futuro

Un leader guarda al futuro con una visione a lungo termine.

Ogni evento, oltreché una sfida, è anche un trampolino per la creazione di qualcosa di nuovo, per il miglioramento costante e per la strutturazione di un futuro migliore per tutta la squadra.

 

Mental coach per sport di gruppo Latina: un leader innova

Il leader guarda al futuro, accetta le sfide e, quindi, non ha paura di innovare.

La capacità di innovare, di rimettersi in gioco per migliorare e costruire futuri alternativi è una delle principali caratteristiche dei veri leader.

 

Mental coach per sport di gruppo Latina: un leader è un esperto del settore

Per dare il buon esempio, il leader deve anche dimostrare di saper davvero fare e di saper fare bene. Non necessariamente meglio di tutti, sia chiaro, ma bene.

Qualcuno pensa, infatti, che un leader debba essere sempre tecnicamente perfetto e impeccabile, che debba essere invincibile, meglio di tutti gli altri membri del gruppo.

Sbagliato! Il leader è umano e può sbagliare, come tutti. Ma di certo, al di là dei normali errori (che sono anche necessari alla crescita), deve saper dimostrare di sapere fare il suo mestiere, che poi è quello della squadra.

 

Mental coach per sport di gruppo Latina: un leader aiuta gli altri a crescere

Come conseguenza di ciò che ho appena detto, un vero leader non ha paura che i suoi compagni di squadra crescano e migliorino. Anzi: lo spera!

Il leader gode della crescita degli altri, perché più crescono i singoli individui, più crescerà la squadra. E lui lavora per la crescita della squadra.

Quindi, tutto torna e ha un senso.

 

Mental coach per sport di gruppo Latina: un leader è sempre onesto

Un leader fa sempre ciò che dice e mostra integrità morale.

Nel dare un buon esempio occorre anche mantener fede ai propri valori. Non si può predicare bene e razzolare male, come recita un vecchio proverbio.

Un leader vero, quindi, mostra integrità e fedeltà tra ciò che pensa, ciò che dice e ciò che fa. Ecco perché si può porre come esempio per gli altri.

Talvolta il compito è davvero arduo, ma è il prezzo da pagare per avere l’onore di guidare un gruppo.

 

Mental coach per sport di gruppo Latina: un leader sa comunicare

Si può anche essere bravi e onesti, ma se non si sa comunicare con il resto della squadra non si potrà garantire la riuscita del proprio lavoro di leader.

Saper comunicare non vuol dire per forza essere amico di tutti, o avere un carattere affabile.

Si può essere anche scontrosi, dei veri burberi. Se questo aiuta la squadra a fare sempre meglio, si sta comunicando nel migliore dei modi possibili.

Quando si comunica si deve tener presente:

  • la persona (o le persone) con cui si sta parlando
  • i valori di chi si ha di fronte
  • il contesto spazio-temporale in cui avviene la conversazione
  • l’argomento da trattare

E si può anche comunicare senza proferire parola. Molti leader, in campo, comunicano solo a gesti o addirittura con lo sguardo. E anche un mister a bordo campo può farlo.

 

Mental coach per sport di gruppo Latina: un leader crea vere relazioni

E qui arriviamo al punto finale: un leader non comanda, crea relazioni.

Un mondo totalmente diverso da quello che spesso ci porta a immaginare la nostra cultura. Il vero leader, come dicevo prima, non siede sul trono, scende in strada e lavora, combatte, lotta.

Con il tempo, quindi, il vero leader costruisce relazioni umane con gli altri membri del gruppo. Genera fiducia reciproca e diviene un vero punto di riferimento.

Un modo molto veloce per imparare a creare relazioni sincere è quello utilizzato anche da noi coach: imparare a zittire il giudizio. Comunicare con qualcuno senza giudicarlo, nel pieno rispetto della sua personalità e dei suoi valori è un punto fondamentale.

Creazione Siti WebRealizzazione Siti Web Roma